Fiera Agricola di San Martino: gli eventi culturali all’insegna dell’ambiente

Pubblicato il 6 novembre 2019 • Manifestazioni 10073 Ciriè TO, Italia

Prenderà il via domani, giovedì 7 novembre 2019, il primo degli appuntamenti legati alla Fiera Agricola di San Martino che, per il secondo anno, avrà come tema portante “Innesti. Radici e futuro in comune”: grazie al coordinamento dell'Assessorato dell'Agrticoltura di Cirié, alla preziosa collaborazione con Coldiretti, alla partnership con ATA e con il progetto “Comunità di pratica Sentieri e Saperi senza barriere”, promosso dall’Associazione TOMEFORWE onlus, l'appuntamento autunnale ciriacese offrirà a tutti i visitatori occasioni di approfondimento sul tema dell'attenzione e della cura per il territorio e dell’ambiente.

Giovedì 7 novembre presso la Biblioteca A. Corghi, dalle 18.00 alle 20.00, appuntamento aperto sul tema dell’apicoltura, organizzata dall’ATA, Associazione Tutela Ambiente con sede a Ciriè. Il primo intervento - “Le api da miele e selvatiche per la biodiversità e per l’umanità” - sarà a cura del Prof. Marco Porporato dell’Osservatorio di Apicoltura dell’Università degli Studi di Torino (DISAFA).

Il secondo intervento - “Apicoltura: problematiche legate a avvelenamenti, spopolamento degli alveari e cambiamenti climatici” - sarà tenuto dal Dott. Giovanni Perona, medico veterinario. Seguiranno interventi di vari apicoltori locali con le loro esperienze, la proiezione del film “Il Mistero delle api” e la degustazione di prodotti locali a cura di aziende del settore.

Venerdì 8 novembre, sempre presso la Biblioteca A. Corghi alle 21.00, verrà proiettato il film “Il tempo delle api” (regia e cinematografia di Rossella Anitori e Darel Di Gregorio). Una pellicola, già promossa in numerosi Festival cinematografici ambientali, che invita a riflettere sul delicato rapporto tra l'uomo e la natura.

Sabato 9 novembre, a Villa Remmert, a partire dalle 14.00, mostra “Colori e forme della biodiversità. Mele e patate in mostra”, a cura dell’ATA – Associazione Tutela Ambiente e dell’Associazione “La Quarantina”. Aperta anche la domenica dalle 9.00 alle 18.00, la mostra presenta oltre 150 varietà di mele antiche e moderne, tipiche del territorio piemontese, e più di 400 varietà di patate.

La mostra è ad accesso libero e gratuito e offre la possibilità di informarsi sulle diverse varietà, ricevere informazioni sui corsi di frutticoltura, sulla cura delle piante da frutta e sulla coltivazione delle patate. Presso la mostra saranno inoltre attivi due laboratori, aperti a tutti, destinati alla costruzione di baite in pietra in miniatura e alla lavorazione dei cestini in vimini “alla vecchia maniera”.

In linea con il tema della cura e l’attenzione per l’ambiente e per il territorio, il Gruppo Astrofili E.E. Barnard presenterà la mostra astro-fotografica “Per aspera ad astra”: una riflessione qualificata sugli effetti dell’inquinamento luminoso.

Alle 21.00 di sabato 9, presso la Fondazione E. Troglia di via Cibrario 14, tutti potranno assistere al concerto “Novecento e altre storie”. Si esibirà il gruppo orchestrale composto da Livia Hagiu al violino, Livia Rotondi al violoncello, Andrea Albertini al pianoforte e Angelica De Paoli come voce solista, con una proposta di brani tratti da colonne sonore di film che vogliono narrare, anche attraverso proiezioni, momenti importanti della storia del nostro mondo agricolo, e non solo.

Per ogni altro dettaglio, rimandiamo alle locandine allegate.

 

"Colori e fome della biodiversità: mele e patate in mostra"
Allegato formato pdf
Scarica
Concerto “Novecento e altre storie”
Allegato formato jpg
Scarica
Conferenza Apicoltura
Allegato formato jpg
Scarica
Fiera Agricola di San Martino
Allegato formato pdf
Scarica