Festa della Repubblica: Cirié la celebra ringraziando tutti i cittadini, con lo sguardo rivolto al futuro

Pubblicato il 28 maggio 2020 • Comune 10073 Ciriè TO, Italia

Martedì 2 giugno ricorre la Festa della Repubblica: la Repubblica Italiana compie 74 anni, e lo fa in un momento di emergenza forse senza pari, dal momento della sua nascita.

Ciriè celebrerà la giornata senza cerimonie pubbliche, per  garantire il rispetto delle regole di prevenzione che tutti conosciamo: semplicemente, dopo l’alzabandiera, il Sindaco incontrerà a Palazzo D’Oria Giunta e Consiglio Comunale, per un momento di riflessione sui valori insiti nel concetto di “res publica”, valori portati alla ribalta dalle vicende di questi mesi, che hanno dimostrato una volta ancora come solo tutti insieme, con spirito di solidarietà e collaborazione, si possano affrontare e superare le situazioni più critiche, senza che vengano meno libertà individuale, attenzione e rispetto verso ciascun cittadino.

Per questo l’Amministrazione aderisce all’iniziativa lanciata dalla Regione Piemonte e riassunta nell’hashtag  #IoCiCredo che invita ad un momento di riflessione sugli aspetti più importanti del nostro vivere civile e del nostro stare uniti. La Città di Cirié userà #IoCiCredo nelle iniziative online e invita i ciriacesi a fare altrettanto sui social, condividendo un pensiero o un’immagine e ribadendo così l’importanza di appartenere a un’unica comunità, fonte di forza per guardare al futuro con vigore e concretezza.

Inoltre, un grande striscione, collocato sulla balconata di Palazzo D’Oria, sede istituzionale del Comune, ringrazierà tutti i ciriacesi per il senso di solidarietà dimostrato nell’affrontare il difficile periodo della fase emergenziale 1, e per l’impegno che tutti stanno profondendo per far sì che la fase di ripresa rappresenti un momento di rinascita, dal punto di vista economico ma anche da quello sociale, culturale, umano.