Contributi alle imprese per riaperture e ampliamenti: gli uffici comunali sono a disposizione per la gestione delle domande

Pubblicato il 5 agosto 2020 • Economia 10073 Ciriè TO, Italia

Sono molte le misure attuate in questi mesi dall’amministrazione comunale, per sostenere e favorire la ripresa delle attività economiche cittadine nella fase successiva al lockdown e di progressiva uscita dall’emergenza COVID-19, in aggiunta alle specifiche misure statali e regionali.

Nell’ambito delle diverse forme di supporto a disposizione delle imprese, la L. 58/2019 prevede, a partire da quest’anno, un’incentivazione economica all’ampliamento degli esercizi e alla riapertura di attività commerciali, artigianali e di servizi chiuse da almeno sei mesi.

Il contributo, rapportato ai tributi comunali corrisposti nell’anno precedente rispetto a quello di presentazione della domanda, viene riconosciuto per l’anno in cui avvengono riapertura o ampliamento e per i tre anni successivi, nella misura di una percentuale sui tributi stessi, che può  arrivare anche al 100%.

Il contributo viene riconosciuto ed erogato dal Comune nel quale ha sede l’esercizio oggetto di agevolazione, attingendo a uno specifico fondo statale costituito presso il Ministero dell’Interno.

In particolare, i settori per i quali può essere richiesto il contributo sono quelli dell’artigianato, del turismo, dei servizi di tutela ambientale e fruizione dei beni culturali e ricreativi, del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande.

Per il 2020, le domande vanno presentate entro il prossimo 30 settembre, con PEC/email inviata a protocollo.cirie@cert.ruparpiemonte.it utilizzando l’apposito modello di domanda. Dal 2021, le domande potranno essere presentate dal 1 gennaio al 28 febbraio di ciascun anno.

Gli esercenti ciriacesi che desiderassero ulteriori informazioni possono rivolgersi al n. 0119218186 o scrivere a suap@comune.cirie.to.it

Modello domanda
Allegato formato pdf
Scarica