Associazioni sportive: sospensione dei pagamenti delle palestre comunali da marzo a settembre e individuazione per l’estate di spazi all’aperto alternativi per le associazioni di sport individuali

Pubblicato il 26 maggio 2020 • Comune 10073 Ciriè TO, Italia

Il lungo periodo di sospensione dell’utilizzo degli impianti comunali da parte delle associazioni sportive concessionarie, dovuto al rispetto delle disposizioni introdotte in relazione all’emergenza COVID-19, ha fortemente penalizzato le realtà sportive locali, di dimensione tendenzialmente medio-piccola e già messe a dura prova dal sostanziale blocco delle attività.

L’Amministrazione, nell’ambito delle misure adottate per sostenere coloro che sono stati maggiormente danneggiati da queste limitazioni, ha deliberato di derogare al regolamento comunale sull’utilizzo delle palestre, definendo che nulla è dovuto da parte delle associazioni utilizzatrici per il periodo che va dal 20 febbraio fino all’avvio delle attività dell’anno sportivo 2020/2021.

Eventuali pagamenti già effettuati in relazione al periodo di mancato utilizzo saranno defalcati dalla prima fattura emessa, da settembre in poi.

Intanto è già stato avviato un percorso per consentire alle associazioni che promuovono sport individuali di dare continuità alla loro attività nel periodo estivo, in spazi aperti che saranno appositamente individuati.

Questo percorso si sta sviluppando in maniera complementare rispetto all’individuazione di spazi e modalità alternative per la realizzazione dei centri estivi, ai quali l’Amministrazione comunale ciriacese sta ragionando in queste settimane, mentre si attendono le specifiche linee guida definitive.